I due ciechi di Gerico – Matteo 20:29-34

Gesu’ usciva da Gerico, era stato in questa città nonostante Dio l’avesse maledetta. Nonostante Dio avesse distrutto Gerico, Gesu’ ritorno in questa città. In questa città si trovava Zaccheo, il capo dei pubblicani che ospito’ Gesu’ nella sua casa. E Gesu’ ha benedetto coloro che stavano là.
Il Signore era seguito da una grande folla, che lo seguiva per diversi motivi; alcuni lo seguivano per essere guariti e altri per avere altro. Ma il Signore è venuto per sfamarci e per avere una relazione viva con Lui.

Mentre lasciava la città, due ciechi gli gridarono: Abbi pietà di noi, Signore, Figlio di Davide! Usando l’appellativo Figlio di Davide essi dimostravano che, nonostante la loro cecità fisica, la loro visione spirituale era tanto acuta da riconoscere in Gesù il Messia.

I due ciechi si misero a gridare insieme, si sono uniti nel chiedere a Cristo cio’ di cui avevano bisogno. Gesu’ riconosce che questi due ciechi, si sono uniti mettendo in pratica l’insegnamento di Gesu’. Essi hanno saputo che Gesu’ era là e si sono indirizzati dov’era Gesu’, per ricevere misericordia dal Signore. Proprio come aveva fatto Zaccheo, loro sono andati a cercare Gesu’.

Gesu’ è sulla strada ed aspetta che andiamo verso di Lui ! Ci andiamo ?
Se il Signore non viene interpellato, Egli non puo’ intervenire.
Il Signore non si sofferma di salvare tutti, o solo se tu alzi la voce e gridi a Lui.

Il Signore ci chiede di essere tenaci e perseveranti nella preghiera, egli ci chiama all’unità in questi tempi difficili. Il suo progetto non è la nostra visione. Egli vuole di piu’, vuole salvare l’intera umanità, vuole che il suo popolo si unisca lasciando da parte le differenze dottrinali, di cultura, di età.

Essi si misero a gridare, anche quando gli altri gli dicevano di tacere. Questi due ciechi chiedevano misericordia al Signore; questo deve essere il desiderio del nostro cuore !

“Accostiamoci dunque con piena fiducia al trono della grazia, affinché otteniamo misericordia e troviamo grazia, per ricevere aiuto al tempo opportuno” (Ebrei 4:16).
Gesu’ sapeva di cosa avevano bisogno questi ciechi. Nonostante questo gli chiese : “Che volete che io vi faccia ?”
Perché Gesu’ chiese questo ai ciechi ? Perché loro avevano bisogno di capire di cosa avevano bisogno realmente.
Gesu’ vede tutto, ma vuole che noi ci avviciniamo di piu’ a Lui.

“E Gesu’, mosso a pietà, tocco’ i loro occhi; e all’istante i loro occhi recuperarono la vista ed essi lo seguirono” (versetto 34). Quando ci avviciniamo al Signore, Egli sarà pieno di misericordia, cercherà di toccarci e di parlarci.

Dobbiamo unirci nella preghiera, con certezza che Egli risponderà, al momento opportuno.
Dobbiamo seguire Gesu’ sempre, per stare davanti al Suo trono di grazia, per stare ai Suoi piedi.
Dobbiamo rimanere nella visione di Dio che vuole salvare il mondo intero. E’ ancora attivo il piano di Dio !
Vuoi ricevere questo ? Vuoi darlo agli altri ?