Un passo che parla di Giuda, colui che ha venduto Gesu’ ai sacerdoti.

Come mai Gesu’ ha chiamato Giuda a sé pur sapendo che lo avrebbe venduto ? Noi pensiamo che quest’uomo era un predestinato a tradire Gesu’, che era destinato all’inferno. Ma non è cosi’ !

La scelta di vendere Gesu’ è stata di Giuda. Egli scelse di schierarsi dall’altra parte nonostante aveva ricevuto gli insegnamenti di Gesu’, nonostante avesse vissuto con il Maestro per tre anni e avesse visto tanti miracoli. Giuda conosceva Gesu’, ma fece una scelta, si è schierato con coloro che volevano ammazzare Gesu’.

Giuda si è schierato con il nemico, si è schierato contro Dio. Anche oggi noi siamo liberi di scegliere chi e come vogliamo seguire, a volte anche noi facciamo scelte sbagliate.

Pietro ha rinnegato il Signore per tre volte, si è sentito schiacciato, si è pentito perché era legato sentimentalmente con Gesu’, al contrario Giuda si è pentito, ma era legato al denaro ed era legato alle cose del mondo.

Per cosa siamo attratti dal Signore ? Dobbiamo essere attratti dalle cose spirituali ! La stessa opportunità di essere nel piano di Dio l’hanno avuta Giuda, Pietro e anche noi abbiamo questa opportunità ! A cosa ti attacchi ? Devi essere attaccato a Lui, al Maestro supremo, a colui che fa le cose in modo perfetto.

Pietro parla di questa sua opportunità; Dio ha dato l’opportunità ai dodici di essere i suoi discepoli.  Noi dobbiamo stare attenti a quello che scegliamo perché possiamo essere tolti e sostituiti (Romani 11:17).

Qui abbiamo due uomini che hanno vissuto con Gesu’ : Pietro e Giuda. Pietro si è pentito ed ha avuto un’altra opportunità. Gli apostoli scelsero’ un’altro perché volevano mettere in pratica la Parola di Dio. Essi erano animati dalla Parola di Dio, volevano mettere in pratica quello che Dio aveva detto. Noi dobbiamo mettere in pratica in tutto la Parola di Dio.

Essi dopo aver scelto due candidati al posto di Giuda, in preghiera hanno chiesto a Dio di scegliere, la volontà di Dio va sopra ogni altra cosa. Dio scelse Mattia, e l’altro ? l’altro ha avuto un’altra chiamata (1 Corinzi 12:29).