“L’Eterno investiga ogni cuore” (1 Cronache 28:9). Il cuore perfetto grida con Davide, “Investigami, o Dio, e conosci il mio cuore…e vedi se vi è in me alcuna via iniqua” (Salmo 139:23-24).

Dio disse inoltre a Geremia, “Io, l’Eterno, investigo i cuori” (Geremia 17:10). La Scrittura dice, “Perché lo Spirito investiga ogni cosa, anche le profondità di Dio” (1 Corinzi 2:10).

In Apocalisse 2:24, Gesù parla delle “profondità di Satana”, del discendere negli abissi del peccato. Stava dicendo che il male discende nell’anima; lì mette radici che scendono fino all’inferno. Davide disse dei malvagi: “I pensieri reconditi e il cuore dell’uomo sono imperscrutabili” (Salmo 64:6). “Perché la prostituta è una fossa profonda” (Proverbi 23:27).

Questi passi sono tutti santi ammonimenti: “Non ci rendiamo conto di quanto quest’associazione col male ci influenzi. Ci porta giù fino alle profondità di Satana stesso, abissi misteriosi, senza fondo, profondi. Questo sentiero porta all’inferno”.

In questi ultimi giorni il peccato è diventato complicato, subdolo, sensuale e più sofisticato. Arriva mascherato da arte, cultura e istruzione. Credo che esistano nuovi abissi per il peccato oggi. Esso ha messo radici più robuste, più profonde. I nostri figli devono confrontarsi con gli abissi del peccato più di quanto noi non lo siamo mai stati o sapremo mai! “Guai a quelli che vanno in luoghi profondi per nascondere i loro disegni dall’Eterno, che fanno le loro opere nelle tenebre” (Isaia 29:15).

Il cuore perfetto vuole che lo Spirito Santo venga e investighi le profondità dell’uomo interiore, che risplenda in ogni angolo nascosto, che investighi e scavi e porti alla luce tutto ciò che non somiglia a Cristo.

La fede è fervore, calore spirituale; è certezza di cose che si sperano e non si vedono. Tutte le cose che domanderete pregando…, perché pregando? Molti pensano alla preghiera come a una ripetizione meccanica di parole e versi, invece la vera preghiera significa: comunicare con Dio, avere comunione con lui!
Come si fa a chiedere al Signore? In preghiera. Come dev’essere la preghiera? Se stai guidando l’auto puoi pregare? Certo, puoi avere comunione con Dio! E mentre lavori? Certamente! Non c’è una sola forma, i modi sono tanti, l’importante è la sostanza.